22 giugno 2012

caso stefan

il presunto fallimento genera panico tra i consumatori.

Adiconsum invita a mantenere la calma
È panico in questi giorni tra i consumatori per il presunto fallimento di Stefan s.p.a, e numerose sono le segnalazioni pervenute ad Adiconsum, soprattutto allo sportello di Borgo San Lorenzo.

Abbiamo pertanto parlato con l'Avv. Cinzia Matacchiera e il Dott. Antonello Simone per tranquillizzare i consumatori.

Quali consigli date ai consumatori?

"Con riferimento alle numerose segnalazioni pervenuteci in merito al caso del presunto fallimento di Stefan s.pa., dicono gli avvocati,  informiamo i consumatori che una tale circostanza non potrebbe avere alcuna ripercussione economica sui sottoscrittori della tessera in convenzione con la Coop. Nuova Lira, essendo Stefan una società di capitali, che risponde dei propri debiti con il solo patrimonio sociale."

"Adiconsum, dice Grazia Simone, Segretario Generale Adiconsum Toscana, invita i consumatori che hanno sottoscritto la tessera di adesione alla Coop Nuova Lira a richiedere, in qualità di soci, una copia dell'ultimo bilancio approvato, e una copia della convenzione che Nuova Lira ha stipulato con Stefan s.p.a."

"Qualora dovesse trattarsi di un vero e proprio contratto d'appalto, continua l'Avvocato, atecnicamente definito "convenzione", un eventuale mancato pagamento delle commissioni stipulate da Stefan con la cooperativa da parte di quest'ultima, un ripianamento di bilancio, autorizzerebbe la stessa a rivalersi sui propri soci, essendo Nuova Lira una società cooperativa a responsabilità illimitata."

Adiconsum invita i consumatori a mantenere la calma in quanto il fallimento di Stafan spa non è stato accertato. Tutti i  consumatori che avessero necessità di un parere diretto sulla questione, potranno recarsi presso le sedi territoriali di ADICONSUM TOSCANA, muniti di copia del modulo di adesione sottoscritto con la Coop, Nuova Lira, oltre che della documentazione sopra richiamata.

Mariantonietta Rasulo