27 giugno 2018
TELEFONIA: A GIUGNO E LUGLIO OCCHIO AI CAMBI DELLE CONDIZIONI CONTRATTUALI
Leggere attentamente le modifiche e come fare per disdire eventualmente il contratto

L’inizio dell’estate è foriero di novità per i consumatori. Molte sono quelle che riguardano le nuove offerte di alcuni operatori di telefonia fissa e mobile. Vediamo quelle che sono già state annunciate.

TIM
Gli aggiornamenti contrattuali, in vigore dal 1° luglio, coinvolgeranno alcuni piani tariffari.
A subire un aumento di 2,5 euro mensili saranno:
· Voce senza limiti, Tutto senza limiti, Tutto, Tutto voce, Tim smart, Smart e Internet senza limiti

A subire invece una diminuzione pari a 1 euro saranno le offerte:
· Tuttofibra, Tuttofibra plus, Internetfibra.

Sempre dal 1° luglio cambiano anche i costi di disattivazione:
· per disattivare la linea fibra o le linee Solo Voce e ADSL si pagheranno 49 euro (prima erano, rispettivamente, 99 euro e 35,18 euro) · Chi passa, invece, ad altro operatore pagherà: 35 euro.

Come specificato sul sito di TIM: “Qualora i clienti interessati non intendessero accettare la variazione indicata, ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, hanno il diritto di recedere dal contratto o di passare ad altro operatore, senza penali né costi di disattivazione, dandone comunicazione entro il 30 Giugno 2018.”

Chi è interessato a recedere dal contratto potrà farlo, avendo cura di specificare come causale “Modifica delle condizioni contrattuali”, attraverso questi canali:

· Facendo richiesta tramite l’area clienti MyTIM fisso;
· Contattando il 187
· Recandosi in uno dei centri TIM
· Via PEC all’indirizzo clientiprivati@pec.telecomitalia.it
· Via posta, meglio se con raccomandata A/R, scrivendo alla casella postale 111-00054 Fiumicino (Roma)

Vodafone

Dal 10 giugno, l’operatore telefonico ha deciso di adeguare il proprio traffico dati al mercato, offrendo 10 giga in più ad alcune offerte.
Il sito ufficiale di Vodafone Italia specifica anche che “le stesse offerte insieme ad altre offerte mobile in abbonamento avranno un aumento del canone mensile di 3 euro in modo da consentirci di continuare a garantire la qualità dei servizi legata ai nostri investimenti sulla rete”

Anche in questo caso sarà possibile recedere dal contratto, specificando come causale del recesso "modifica delle condizioni contrattuali", fino al 15 settembre; ecco come fare:

· Inviando raccomandata A/R a Servizio Clienti Vodafone, casella postale 190 – 10015 Ivrea (TO)
· Via PEC all’indirizzo disdette@vodafone.pec.it
· Contattando il servizio clienti al 190
· Compilando il modulo nei negozi Vodafone, facendo esplicita menzione alla causale "modifica delle condizioni contrattuali"

E gli altri operatori?
Nei prossimi giorni potrebbero arrivare comunicazioni anche da parte degli altri professionisti. L’importante è che tutte le iniziative adoperate siano svolte nel completo rispetto dei consumatori perché la trasparenza è un valore fondamentale al quale non si può e non si deve rinunciare. In caso di dubbi o bisogno di delucidazioni, contatta le sedi territoriali Adiconsum.

condividi su facebook