31 marzo 2018
Geoblocking e contenuti digitali: dal 1° aprile cambiano le regole
Usufruire di abbonamenti digitali in tutti i Paesi europei: dal 1° aprile aperta la portabilità  

Dal prossimo 1° aprile sarà possibile usufruire della portabilità gratuita all’interno di tutto il territorio europeo per tutti i servizi volti alla fruizione di contenuti online a pagamento (SkyGo, Netflix, Amazon Prime Video, Spotify, Infinity, etc.). Si tratta della possibilità di utilizzare i nostri abbonamenti streaming anche quando, ci troviamo in un altro Paese europeo, cosa fino ad oggi non consentita.

I consumatori devono sapere che:
• la portabilità gratuita è assicurata per soggiorni temporanei, siano essi per vacanza, per lavoro o per studio, purtroppo senza alcuna indicazione in merito ai limiti temporali.
• L’unico requisito è essere residenti in un altro Stato membro;
• i fornitori non sono  tenuti a garantire la portabilità nel caso di servizi gratuiti;
• la portabilità permetterà di poter accedere al catalogo di contenuti normalmente disponibile nel proprio Paese di origine
• le regole Ue non escludono, ma neanche garantiscono, la possibilità per i fornitori di offrire anche altri contenuti extra riservati agli abitanti del Paese europeo che stiamo visitando (ad es. il catalogo Netflix di un altro Paese potrebbe essere più ricco rispetto a quello italiano).
Sono attualmente almeno 29 milioni i consumatori che potrebbero beneficiare di tale portabilità. Si calcola che entro il 2020 tale cifra potrebbe raggiungere i 72 milioni.

Fonte Centro Europeo Consumatori Italia 

condividi su facebook