04 gennaio 2018
MONTA LA POLEMICA SUI SACCHETTI BIODEGRADABILI
ADICONSUM TOSCANA SI USINO I SACCHETTI DI CARTA A COSTO ZERO ED A BENEFICIO DELL'AMBIENTE

Più caro lo scontrino sulla spesa per i consumatori e multe salate per i negozianti che non si adeguano.

NELLO SCONTRINO - GIA' DAL 1 GENNAIO 2018 - IL COSTO DELLE BUSTE DI PLASTICA MONOUSO (OVVERO QUELLE USATE PER FRUTTA, VERDURA E GASTRONOMIA) CHE RISPONDERANNO A NUOVI STANDARD DI BIODEGRADABILITÀ E COMPOSTAGGIO.

LA NORMA INSERITA NEL PIANO PER LO SVILUPPO DEL MEZZOGIORNO NON HA CONSENTITO UN CONFRONTO CON LE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI E DEI VENDITORI, CHE AVREBBERO POTUTO SUGGERIRE ALTRE SOLUZIONI SENZA GRAVARE SULLE TASCHE DEI CONSUMATORI:  AD ESEMPIO L’UTILIZZO DI SACCHETTI DI CARTA (BIODEGRADABILI AL 100%), ALMENO PER QUANTO RIGUARDA I PRODOTTI ORTOFRUTTICOLI E DA FORNO, INFATTI LA LEGGE TRATTA UNICAMENTE I SACCHETTI DI PLASTICA MONOUSO CHE COMUNQUE NON SONO RICICLABILI AL 100%.
VA, INOLTRE,  SPECIFICATO  CHE LA DIRETTIVA EUROPEA 2015/720 PREVEDE L’ESONERO DAL PAGAMENTO PROPRIO PER I SACCHETTI MONOUSO CON SPESSORE INFERIORE A 15 MICRON PER SINGOLA PARETE DUBBI SULLA REALE RICADUTA POSITIVA PER L’AMBIENTE INFATTI IN REALTÀ IL RISCHIO È CHE TALE INIZIATIVA SPINGA I CONSUMATORI AD ACQUISTARE PRODOTTI PRECONFEZIONATI CON UN AUMENTO DI IMBALLAGGI DA SMALTIRE.



condividi su facebook