18 luglio 2017
QUANDO A TRIONFARE SONO I CONSUMATORI: ADICONSUM vs POSTE ITALIANE
Un cittadino di Prato, rappresentato da un legale appartenente alla squadra di Adiconsum, ha ottenuto un'importante vittoria contro Poste Italiane.

Un cittadino, recatosi presso un Ufficio postale di Prato nel dicembre del 2014, spedì un pacco celere internazionale negli Stati Uniti contenente un orologio Dodane Type del valore di € 1.500,00. Dovendo spedire un oggetto prezioso, ne assicurò il valore pagando la spedizione € 40,00. Il pacco non arrivò mai a destinazione e di conseguenza, il consumatore si recò all'ufficio postale per formalizzare il reclamo nel mese di marzo. Dopo tre mesi, Poste Italiane rispose che avrebbero provveduto ad indennizzare il danno dopo aver effettuato la denuncia di smarrimento presso la Questura. Una volta inviata tutta la documentazione necessaria, contrariamente a quanto affermato in precedenza dalle Poste, l'uomo ricevette una mail in cui veniva spiegato che non avrebbero potuto risarcire il danno poiché, sulla base della guida alle spedizioni Pacco Celere, non sarebbe consentito spedire oggetti da collezionismo. Nel dicembre 2015, il consumatore si recò presso un legale di Adiconsum Prato per effettuare una richiesta di rimborso, ricevendo un parere negativo nel febbraio 2016. Il giudice ha sottolineato come al momento della spedizione, l'uomo ha dovuto fornire marca e modello dell'orologio oltre che il valore dello stesso, per cui Poste Italiane avrebbe dovuto rifiutare la spedizione. Una volta accettata la spedizione dell'oggetto, con la norma dell'art. 1693 c.c. punto 10.1 delle condizioni generali, Poste Italiane è responsabile delle spedizioni dal momento della presa in consegna e ne risponde in caso di perdita. Pertanto, il giudice ha condannato Poste Italiane Spa a risarcire il consumatore del valore dell'oggetto spedito pari a € 1.500,00, oltre alle spese di spedizione di €40,00 ed agli interessi legali. Grande soddisfazione per Adiconsum che grazie ai propri legali, mostra ancora una volta di avere tenacia e di battersi fino alla fine per garantire che la giustizia venga assicurata.
 

condividi su facebook