07 aprile 2017
SETTORE ENERGIA: TUTELARE IL MERCATO TUTELATO
Sono giorni di grande preoccupazione per Adiconsum Toscana.


In base a quanto stabilito dal Ddl Concorrenza, circa il 75% delle famiglie italiane sarà costretto a scegliere un nuovo operatore presente nel mercato per la fornitura di luce e gas. Solo qualche giorno fa si parlava di abolizione del mercato tutelato a partire dal 1° gennaio 2018 ma le polemiche scaturite hanno portato ad un chiaro ripensamento.
Una vittoria per i consumatori?
Non proprio.
Spostare la data dal 1° gennaio 2018 al luglio del 2019 non è sufficiente per tutelare le tante famiglie italiane che ogni giorno vivono grandi difficoltà economiche.
Il mercato tutelato ha sempre garantito protezione alle famiglie poiché l'Aeegsi, ovvero l'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico, aggiornava ogni 3 mesi le tariffe luce e gas.

Perplessità e sconcerto spingono Adiconsum Toscana a correre in aiuto dei molti consumatori che rischiano di avere rincari in bolletta e di non poterli affrontare a causa della inesperienza. Di fatti, il pensiero è rivolto a coloro che non riuscendo ad analizzare i costi delle nuove offerte potrebbero incorrere in scelte svantaggiose per poi ritrovarsi in serie difficoltà. Basti pensare alle fasce più deboli come ad esempio gli anziani, per rendersi conto che un tale provvedimento porti al caos e non sia appropriato.

Adiconsum Toscana si confronta ogni giorno con i cittadini e sa bene quali siano i continui disagi a cui la cittadinanza è sottoposta.

Il governo italiano ha giustificato questa scelta affermando che il servizio di maggiore tutela contrasta con le norme europee contro le tariffe amministrative ma sappiamo bene che così non è poiché le norme Ue si riferiscono esclusivamente alle tariffe che vengono amministrate quando ci sono agevolazioni da parte dello Stato ed in Italia il mercato tutelato non presenta alcun intervento statale.
Il motivo è ben diverso e gli unici soggetti a trarne vantaggi saranno le imprese.

E' importante che i cittadini non si sentano abbandonati poiché quello a cui stiamo andando incontro può rivelarsi un vero e proprio boomerang che colpisce direttamente le fasce disagiate che sempre di più andrebbero difese e protette.

condividi su facebook