20 settembre 2016
La "BUONA SCUOLA": LA DISORGANIZZAZIONE DILAGA FIN DAL PRIMO GIORNO
Nonostante la "Buona scuola" fosse stata presentata un anno fa come una grande opportunità per studenti e docenti, il primo giorno di scuola è stato caratterizzato da un malcontento generale che ha coinvolto in primis gli insegnanti.

La mobilità straordinaria ed i ritardi del concorso sono tra i fattori che maggiormente gravano sulla buona riuscita della riforma che a quanto pare risulta essere in continua evoluzione.
Particolarmente delusi i docenti che speravano di avvicinarsi a casa piuttosto che percorrere tanti chilometri pur di lavorare.
Abbiamo assistito all'apertura delle scuole a regime ridotto e si cerca una soluzione quanto prima.

Purtroppo le difficoltà non sussistono unicamente nell'istruzione pubblica. A farne le spese sono anche le scuole private in cui la stabilità negli organici era una delle peculiarità che le contraddistingueva.
I genitori degli studenti sono preoccupati poiché la carriera scolastica dei figli rischia di essere compromessa.

Altra voce che non si è fatta aspettare è dei sindacati, i quali manifestano il proprio dissenso facendo presente che l'orario ridotto, le classi accorpate o addirittura scoperte evidenziano un mancato diritto allo studio.

Frattanto in Toscana, nel primo giorno di scuola, non si sono registrati i disagi che da sempre hanno accompagnato le famiglie. Alle ore 8 di giovedì 15 settembre, nonostante l'apertura scolastica ed i cantieri della tramvia, non si è registrata alcuna paralisi. Unici problemi relativi al traffico si sono verificati lungo la Bolognese, viale Redi , via Baracca e sulla Faentina. Probabilmente i fiorentini hanno ben pensato di evitare di rimanere imbottigliati nel traffico muovendosi prima da casa.

Intanto ecco il calendario scolastico 2016/2017:

⁃ Data inizio della scuola: giovedì 15 settembre 2016
⁃ Vacanze di Natale: dal 24 dicembre 2016 al 6 gennaio 2017
⁃ Vacanze di Pasqua: dal 13 al 18 aprile 2017
⁃ Data ultimo giorno di scuola: sabato 10 giugno 2017

Il presidente Adiconsum Toscana Grazia Simone dichiara: "È di vitale importanza garantire un servizio scolastico che funzioni per il bene non solo degli alunni stessi e degli insegnanti ma anche del Paese". Continua il presidente: "Auguriamo a tutti un buon inizio dell'anno scolastico con la speranza che venga trovata una soluzione al più presto, affinché la scuola torni ad essere "buona" non solo di nome, ma anche di fatto".

condividi su facebook