31 marzo 2016
Canone Rai
Come richiedere l’esenzione

La semplicità del pagamento del canone? Vanificata dalla burocrazia” - dice Grazia Simone,  segretario regionale Adiconsum Toscana - “l’idea è buona, ma macchinosa. Ancora non si hanno i decreti attuativi, mentre l’Agenzia delle Entrate  ha emanato la circolare per la presentazione della dichiarazione sostitutiva per la richiesta di esenzione fissandone i termini. Costi incerti per il servizio di riscossione da parte delle aziende elettriche, come Adiconsum Toscana chiediamo che non vi siano costi aggiuntivi al canone a carico dei cittadini.”
I cittadini interessati devono compilare e inviare il modulo di richiesta di esenzione del pagamento del canone agli uffici dell’Agenzia. Si tratta di una dichiarazione sostitutiva, accompagnata da un documento di identità, che attesta il possesso dei requisiti necessari per l’esenzione. Per chi chiede  per la prima volta l’esenzione la richiesta dovrà essere presentata entro il 30 aprile; mentre  coloro che intendono beneficiare dell’esenzione a partire dal secondo semestre, la data di presentazione è stata fissata al 31 luglio.
Coloro che nel corso dell’anno attivano per la prima volta un abbonamento al servizio radiotelevisivo, dovranno inviare la richiesta di esenzione entro 60 giorni dalla data in cui sorge l’obbligo di pagare il canone. La dichiarazione sostitutiva di esonero dal pagamento del canone Rai potrà essere inviata alternativamente:
 a mezzo del servizio postale in plico raccomandato, senza busta, al seguente indirizzo:
Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 Sat – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 - 10121 – Torino
essere consegnate dall’interessato presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate.
Ulteriori informazioni sono reperibili sul siti dell’Agenzia delle Entrate :
www.agenziaentrate.gov.it


 
Scarica qui il modulo:


condividi su facebook