01 marzo 2016
Ricetta cartacea addio, da oggi la prescrizione medica sarà online
Possiamo dire addio alla vecchia ricetta elettronica e dare il benvenuto, da oggi, all'applicazione ufficiale della normativa sulla circolarità nazionale della ricetta dematerializzata.

Il nostro medico, dunque, per prescrivere un farmaco o per prescrivere una visita specialistica, non deve più utilizzare il famoso blocco rosso ma collegarsi, tramite il proprio pc, direttamente al sistema informatico e inserire il numero della ricetta associato al codice fiscale dell'assistito, aggiungendo in automatico anche eventuali esenzioni.
Il sistema stampa un promemoria che il medico consegna all'assistito, con il quale può recarsi in farmacia. Qui, consegna il promemoria e il farmacista si collega al sistema mediante le chiavi di accesso rappresentate dal NRE (Numero Ricetta Elettronica) e dal codice fiscale, accede alla ricetta elettronica ed eroga il farmaco.
La farmacia completa poi l'operazione inviando al server di SOGEI i dati relativi all'erogazione (prezzo del farmaco, ticket, sconti in favore del SSN, etc.) e i codici che individuano la singola confezione: (codice AIC e codice "targatura", cioè il codice seriale identificativo della singola scatola).
La ricetta elettronica vale in tutte le farmacie sul territorio nazionale, sia pubbliche che convenzionate, pertanto i farmaci possono essere ritirati anche fuori dalla regione di residenza.

Molti i vantaggi della ricetta elettronica; per prima cosa il risparmio sulla stampa delle ricette, distribuzione delle ricette rosse ma soprattutto maggiore controllo sulla falsificazione delle stesse o sugli abusi conseguenti il furto dei ricettari.


condividi su facebook