06 ottobre 2015
Poste, al via conciliazione anche per carta Postepay

Problemi con la Postepay?

Dal 1° ottobre, è possibile presentare domanda di conciliazione nel caso in cui si disconoscano operazioni effettuate con la Carta Postepay.
Poste Italiane ha deciso di ampliare la procedura di conciliazione Bancoposta, fin’ora attiva solo per le operazioni legate al conto corrente.
L’iter da seguire è sempre lo stesso: se il cliente non riceve risposta o è insoddisfatto dell’esito del reclamo fatto può presentare gratuitamente una domanda di conciliazione presso qualsiasi Ufficio Postale oppure alle Associazioni dei Consumatori.
Un rappresentante dell’azienda ed uno delle Associazioni analizzeranno il caso e proveranno a trovare una soluzione che verrà sottoposta al cliente. Se quest’ultimo accetta, verrà redatto un verbale di Conciliazione che risolve definitivamente la controversia. In caso contrario il cliente sarà comunque sempre libero di proseguire il suo reclamo in altre sedi. I moduli per fare domanda potranno essere scaricati dal sito internet dell’azienda o reperiti presso una delle 19 Associazioni dei consumatori che aderiscono all’iniziativa.
Gli sportelli di Adiconsum Toscana sono a completa disposizione dei consumatori per eventuali informazioni e/o reclami e/o attivazione di procedura di conciliazione.

Dal 2006, anno di avvio della procedura, sono state discusse circa un migliaio di domande ed in oltre il 90% dei casi è stato trovato un accordo conciliativo fra le parti.

 

condividi su facebook