15 luglio 2015
ANTITRUST: QUATTRO ISTRUTTORIE SU ACEA, EDISON, ENEL ED ENI PER LA FATTURAZIONE BOLLETTE
L’Autorità garante della Concorrenza e del Mercato, ha avviato quattro procedimenti istruttori nei confronti delle società per azioni Acea Energia, Edison Energia, Enel Energia , Enel Servizio Elettrico ed Eni, al fine di indagare e accertare le eventuali violazioni del Codice del Consumo.


È quanto si legge in una nota dell'Antitrust , che dopo numerose segnalazioni ricevute da diverse associazioni dei consumatori ha avviato i procedimenti per verificare le condotte degli operatori su fatturazione basata su consumi presunti; la mancata considerazione delle autoletture; la fatturazione a conguaglio di importi significativi, anche a seguito di conguagli pluriennali; la mancata registrazione dei pagamenti effettuati, con conseguente messa in mora dei clienti fino talvolta al distacco; nonché il mancato rimborso dei crediti maturati dai consumatori.

Nell’ambito di queste istruttorie – prosegue la nota -i funzionari dell’Antitrust hanno svolto ispezioni nelle sedi delle società interessate dal procedimento a Roma, Milano e San Donato Milanese, con l’ausilio del Nucleo Speciale Antitrust della Guardia di Finanza.
"Il rispetto delle regole e dei diritti dei consumatori consente lo sviluppo di un mercato non solo di qualità, ma anche di corretta concorrenza, afferma Grazia Simone, Presidente Adiconsum Toscana. Le aziende - in particolare quelle erogatrici di servizi essenziali ed universali - non possono chiedere ai cittadini / consumatori il rispetto delle regole e poi loro essere le prime a non osservarle. Bene l'attività dell'Autorita' che da soggetto terzo deve vigliare sulla correttezza del mercato".

condividi su facebook