13 aprile 2015
"Nato in Toscana"
La carta di identità dei prodotti Toscani per una informazione più trasparente sulla produzione alimentare

Che cos'è "Nato in Toscana"?
Nato in Toscana è un progetto della Regione Toscana che ha come obiettivo quello di informare con maggiore trasparenza, il consumatore sulla produzione agroalimentare toscana.
E' una banca dati a disposizione del consumatore e non solo, su tutta l'offerta dei prodotti alimentari toscani che ha lo scopo di fornire informazioni sulla loro provenienza e modalità di produzione.
Si basa sulla dichiarazione volontaria rilasciata dal produttore in cui viene descritta la composizione, l'origine delle materie prime e il processo produttivo con particolare attenzione agli elementi che contraddistinguono il prodotto così da ottenere una sorta di carta di identità.
La dichiarazione è gestita in modo completamente informatico all'interno del sito dedicato bornintuscany.it/natointoscana.it.
Per ogni singolo prodotto, l'impresa registrata, compila una dichiarazione costituita da una scheda standard alla quale il sistema assegna un codice univoco sotto forma di QR code.
Il codice contiene l'indirizzo internet della pagina che descrive il prodotto. Può essere utilizzato nei menù dei ristoratori che propongono prodotti presenti nel database di natointoscana o che li usano come ingredienti, nei negozi attraverso badge da scaffale in corrispondenza del prodotto, posto direttamente sull'etichetta del prodotto stesso.
Il controllo sulla veridicità delle dichiarazioni spetta ai partner dell'iniziativa a partire da Regione, Unioncamere, organizzazioni di categoria, associazioni dei consumatori e la GDO.

Come funziona?
Il consumatore, inquadra con la fotocamera del cellulare, il QR code del prodotto attraverso uno dei tanti programmi di lettura presenti sul mercato, ne scatta una foto e sullo smartphone apparirà la carta di identità del prodotto.

Chi può iscriversi?
Possono registrarsi tutte le imprese che hanno la propria sede produttiva in Toscana e tutti i produttori che hanno uno stretto legame con il territorio definiti sulla base di un elenco di requisiti.

Quali vantaggi per i consumatori?
Informazioni più dettagliate sulla composizione dei prodotti alimentari ma anche una maggiore conoscenza dei produttori, garantendo così una fiducia reciproca tra produttore e consumatore mettendo in trasparenza il processo produttivo.


condividi su facebook