21 gennaio 2015
Aumento dell' IVA sul Pellet
La nuova Legge di Stabilità ha portato, dal 1 gennaio, l'imposta applicata all'acquisto del del pellet dal 10 al 22% per effetto di una modifica apportata al D.P.R 633/1972, che ha introdotto un'inedita distinzione con la segatura.

Adiconsum Toscana ritiene l'aumento insostenibile, in quanto secondo le stime effettuate comporterà un aggravio di circa 50 euro a famiglia.
L'aumento colpisce soprattutto le famiglie meno abbienti della popolazione e residenti prevalentemente in zone montane, che hanno scelto il pellet come metodo di riscaldamento più economico, secondo l'ISTAT parliamo di oltre due milioni di famiglie.

Oltre ad essere un ulteriore aggravio di spesa per la famiglie in un periodo di grave crisi economica, Adiconsum, che da sempre è attenda,non solo alla tutela dei diritti dei cittadini-consumatori, ma anche alla tutela dell'ambiente, sottolinea gli effetti negativi anche su un piano ambientale, in quanto l'aumento dell' IVA  scoraggia l’utilizzo di questo combustibile ecologico e rinnovabile.

Altro dato molto importante è sottolineare la possibile diminuzione del  volume d'affari delle imprese che operando nella produzione di termostufe; una filiera competiva del nostro Paese che registra circa il 35% delle esportazioni.

Ciò premesso e considerato che lo stesso Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha dichiarato che si è trattato di un sbaglio, le AA.CC e i cittadini restano in attesa di sapere quando verrà posto rimedio a questo errore!