09 gennaio 2015
Volo Fly Hermes: non rispettati i diritti dei passeggeri
Nessun pernottamento né tanto meno un pasto caldo per i 160 passeggeri del volo Palermo – Torino della compagnia Flyhermes, che la notte dell'Epifania,  sono rimasti “ostaggio”dell'aeroporto di Palermo e ripartiti dopo due giorni.

Ancora non chiare le motivazioni della cancellazione del volo ma quello che lascia senza parole è la mancanza di informazione ai passeggeri da parte della compagnia.
Sono stati violati i diritti basilari dei passeggeri del trasporto aereo contenuti nella “Carta dei diritti dei passeggeri” che  prevede, in caso di ritardo e/o cancellazione del volo, l'assistenza ai passeggeri e in modo particolare, il diritto a pasti e bevande in relazione alla durata dell'attesa, un'adeguata sistemazione in albergo nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti, trasferimento dall'aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa e due chiamate telefoniche.

L'ENAC, Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, ha avviato i primi accertamenti per verificare, ai fini dell'irrogazione di eventuali sanzioni, le motivazioni de disservizio e, si legge in una nota, l’ENAC contatterà anche l’omologa autorità per l’aviazione civile di Malta per chiedere vigilanza sull’applicazione da parte delle proprie compagnie aeree del Regolamento di riferimento per la tutela dei diritti dei passeggeri in modo da garantire regolarità ed efficienza del trasporto aereo.

“Povertà di diritti ed è sempre più difficile far valere i propri diritti, dice Grazia Simone, Segretario Generale Adiconsum Toscana. Fino a che non ci saranno sanzioni e penalizzazioni forti i diritti non verranno rispettati e varrà sempre la legge del più forte nei confronti dei più deboli. Enac verifichi per accertare eventuali inadempimenti e negligenze poste in essere dal vettore e prenda provvedimenti esemplari. I diritti non sono in vendita.”

Invitiamo tutti i passeggeri a rivolgersi al Centro Europeo Consumatori  allo 06 44238090 dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30, e alle sedi territoriali di Adiconsum per la richiesta di risarcimento alla compagnia.