17 ottobre 2014
Jobs day: la CISL incontra i cittadini
Mantenimento e tutela dell'articolo 18, reintegro contro i licenziamenti discriminatori e disciplinari, contratto a tutele crescenti per cancellare tutte le forme di precarietà dei giovani come false partite iva, cococo della pubblica amministrazione, cocopro, associati in partecipazione; estensione degli ammortizzatori e formazione per chi perde il lavoro; riduzione delle tasse per lavoratori e pensionati per rilanciare anche i consumi; nuova politica industriale, infrastrutture efficienti e minori costi sull'energia; più contrattazione e partecipazione dei lavoratori nelle scelte aziendali; età di pensionamento flessibile; lotta alla evasione fiscale, alla corruzione ed agli sprechi della pubblica amministrazione.

Questi i temi cardine del JOBS day, una mobilitazione nazionale organizzata dalla CISL in programma domani 18 ottobre 2014 in tante piazze italiane incentrata proprio sui temi del lavoro, della lotta alla precarietà e della tutela dei redditi dei lavoratori e dei pensionati.
In Toscana domani mattina sono in programma sit-in, presidi e volantinaggi nei seguenti centri: Firenze (centro commerciale I Gigli), Arezzo (mercato di via Giotto), Sansepolcro (mercato in piazza Torre di Berta), San Giovanni Valdarno (mercato in piazza Cavour), Grosseto (Centro commerciale via Pakistan), Orbetello (mercato), Follonica (supermercato Lidl via Amendola, supermercato Coop via Chirici), Siena (piazzale della stazione e piazzale Rosselli), Poggibonsi (centro commerciale Val d'Elsa), Lucca (piazza Napoleone), Livorno e Piombino.
Insieme alle iniziative in programma la Cisl Toscana lancerà anche una mobilitazione 2.0 utilizzando la rete e i principali social network invitando le persone a condividere l'iniziativa utilizzando gli hashtag #jobsday e #lasvoltavera.