10 ottobre 2014
Adiconsum – Netcomm: conciliazione per gli acquisti online
Sono sempre più numerosi i consumatori che quotidianamente acquistano prodotti online, ma le criticità e i disservizi di un comparto in continua espansione sono ancora molte.

Al fine di superare tali criticità nel 2012 Adiconsum e  Netcomm- Consorzio del Commercio Elettronico Italiano, hanno siglato un protocollo di collaborazione volto alla risoluzione delle problematiche del settore nell'ottica di una sempre maggiore trasparenza del mercato, del rafforzamento delle tutele del consumatore e di una maggiore concorrenza corretta tra le aziende.

L'accordo, tra le altre cose prevede l'attività di formazione, informazione e orientamento sia degli operatori del settore che dei consumatori; il monitoraggio del settore al fine di prevenire, rilevare e risolvere le problematiche che direttamente o indirettamente impattano sulla tutela dei consumatori; ma anche l'attivazione di specifiche modalità di gestione di eventuali reclami.
Ed ecco che oggi, a distanza di due anni, il Consorzio ha aderito al protocollo della conciliazione paritetica così come depositata presso il Ministero dello Sviluppo Economico che segue le indicazioni riportate nella Raccomandazione 257/98/CE e nella Direttiva 2013/11/UE.
La conciliazione prevede la costituzione di due organismi: la Segreteria di conciliazione presso la sede di Netcomm, che riceve le domande, cura l’elenco dei conciliatori, trasmette loro la proposta di conciliazione, redige e invia il verbale di conciliazione ai conciliatori e al consumatore per la firma e la Commissione di conciliazione formata da un rappresentante dell’impresa e da un rappresentante di Adiconsum dopo aver ricevuto mandato dal consumatore.

“Un altro tassello si aggiunge per la risoluzione delle controversie commerciali attraverso la conciliazione paritetica Aziende / Associazioni Consumatori, dice Grazia Simone, Segretario Generale Adiconsum Toscana. Adiconsum da sempre ha sostenuto la conciliazione paritetica perché oltre che decongestionare la giustizia ordinaria rafforza il rapporto consumatore/ aziende.

Le condizioni per poter richiedere la conciliazione sono tre:

1. l’invio da parte del consumatore del reclamo all’azienda;
2. la mancata risposta o una risposta ritenuta insoddisfacente dal consumatore;
3. il non aver presentato ricorso all’Autorità giudiziaria o nel caso si intenda fare, comunicare alla Segreteria di conciliazione la rinuncia alla conciliazione.

La tempistica per la soluzione della controversia è stimata in 60 giorni dal momento del ricevimento della richiesta da parte della Segreteria.
È importante, prima di fare acquisti, sapere che solo le aziende che hanno il Sigillo Netcomm prevedono la procedura conciliativa.
Per avere maggiori informazioni è possibile rivolgersi alle sedi di Adiconsum.