21 settembre 2014
Settore immobiliare: l’Antitrust rileva clausole vessatorie nei contratti immobiliari
Dopo varie segnalazioni da parte di consumatori e associazioni di consumatori l’Antitrust ha avviato otto istruttorie per esaminare i moduli contrattuali standard utilizzati dai principali operatori del settore dell’intermediazione immobiliare (Building Case, Frimm, Gabetti, I.R.I. Divisione Immobili, Prelios, Re/Max, Stima Gest e Toscano).

Dalla verifica dei contratti delle agenzie immobiliari con i clienti per il conferimento dell’incarico di mediazione per la vendita e la locazione di immobili nonché per la formulazione e la raccolta della proposta irrevocabile d’acquisto o di locazione, è stata accertata la vessatorietà nei confronti dei consumatori di alcune clausole presenti nei contratti.
l’Autorità ha infatti  deliberato la vessatorietà delle clausole aventi principalmente per oggetto o per effetto quello di:
- non rendere chiari e comprensibili gli obblighi conseguenti al patto di esclusiva;

- limitare la libertà contrattuale del consumatore in ragione del rinnovo tacito dell’incarico in esclusiva;

- stabilire un termine eccessivamente anticipato rispetto alla scadenza del contratto per comunicare la disdetta al fine di evitare il rinnovo tacito dell’incarico di mediazione;

- applicare al consumatore una penale per inadempimento manifestamente eccessiva in caso di violazione del patto di esclusiva, rinuncia/rifiuto a contrarre, mancato perfezionamento della vendita, indisponibilità a far visitare l’immobile e revoca dell’incarico;

- limitare le azioni o i diritti del consumatore nei confronti del professionista inadempiente rispetto agli obblighi di custodia delle chiavi;

- stabilire come sede del foro competente in caso di controversia una località diversa da quella di residenza o domicilio elettivo del consumatore;

- limitare la libertà contrattuale del consumatore che formula una proposta di acquisto o locazione irrevocabile, senza che sia indicato il termine entro cui il mediatore è tenuto a comunicare detta proposta al venditore/locatore;

- prevedere penali a carico del consumatore, senza fare salve le ipotesi di giustificato motivo.
L’Autorità ha altresì valutato positivamente le modifiche ai modelli contrattuali formulate dalle imprese nel corso dei procedimenti al fine di superare i profili di vessatorietà contestati.
La nostra Associazione, per garantire una maggiore tutela e trasparenza nei servizi dedicati all’affitto e/o compravendita di una casa ha stipulato un accordo con FIAIP dando vita a Mediaconsum, l’ente bilaterale nato nel 2012,  proprio con lo scopo di garantire al cittadino un servizio concreto di consulenza volto alla sicurezza e alla trasparenza di tutte le operazioni inerenti la transazione immobiliare.

“L'accordo sottoscritto tra Adiconsum e Fiaip, dando origine all'ente bilaterale Mediaconsum, vede protagonisti consumatori e agenti immobiliari allo scopo di prevenire prevaricazioni e non rispetto dei diritti dei consumatori, dice Grazia Simone, Segretario Generale Adiconsum Toscana. La trasparenza del settore e il rispetto dei diritti sarà l'impegno che Adiconsum e Fiaip intendono portare avanti con iniziative congiunte finalizzate ad una corretta informazione/formazione dei cittadini".

“Gli aderenti alla nostra Federazione sono principalmente agenti immobiliari che operano da titolari delle proprie agenzie, sono a diretto contatto con il consumatore ed operano nel rispetto delle parti e degli interessi reciproci perché sappiamo benissimo che i clienti sono la nostra risorsa, non una fonte di reddito una tantum, afferma Simone Beni, presidente FIAIP Firenze. Il confronto con Adiconsum ci ha portato alla creazione dell’ente bilaterale Mediaconsum, ci siamo messi a disposizione per trovare quella convergenza di intenti necessaria a fornire un servizio per il consumatore ed un’opportunità per il professionista associato a FIAIP; devo dire, con estrema soddisfazione, che l’esame della nostra modulistica da parte di Adiconsum ha rilevato l’assenza di clausole vessatorie ed il rispetto dei reciproci interessi, i formulari predisposti da FIAIP e da Mediaconsum pertanto pongono il consumatore al riparo da sorprese celate dietro clausole scritte con termini tecnici o che derivano dalla posizione dominante del professionista. In un agente immobiliare FIAIP un consumatore trova oltre alla professionalità che ci contraddistingue fin dal nome un rapporto paritetico ed il rispetto dei propri diritti.