08 aprile 2014
Caso Kirby: una vittoria per Adiconsum e per i consumatori
Accolta la richiesta di risarcimento di un consumatore per le rate versate indebitamente alla Finanziaria
Adiconsum: una battaglia vinta per i diritti dei consumatori

Nei mesi scorsi abbiamo pubblicato la notizia della condanna in primo grado  per frode in commercio inflitta dal Tribunale di Firenze nei confronti dei soci della SRL  Italcarone   per la vendita dell'apparecchio denominato : “ KIRBY”.
Infatti il Collegio ha ritenuto che il "Kirby" sia un comune aspirapolvere privo delle caratteristiche vantate di presidio medico-chirurgico  e che inoltre  veniva messo in vendita ad un prezzo esorbitante.
Nonostante la condanna per frode in commercio ,  alcuni  consumatori-  che avevano sottoscritto un contratto di finanziamento allo scopo di acquistare il KIRBY-  hanno ricevuto dalla Finanziaria un decreto ingiuntivo che imponeva loro di  restituire la somma erogata per l’acquisto, decreto contro cui hanno fatto opposizione dinanzi al Giudice di Pace .
Pochi giorni fa ,  è stata pubblicata la sentenza con cui il Giudice di Pace di Firenze ha dichiarato la nullità del contratto di compravendita dell’aspirapolvere stipulato  da un consumatore  e del relativo contratto di finanziamento,  disponendo la revoca del decreto ingiuntivo ottenuto dalla Finanziaria.
Non solo, ma  il Giudice , accogliendo  la richiesta presentata dai legali di Adiconsum, che assistevano il consumatore,  ha  anche condannato la Finanziaria a rimborsargli l’importo delle rate già restituite.     

Caso “Kirby”: una vittoria per Adiconsum e per i consumatori