15 luglio 2013
IN4ALL
insieme per combattere la discriminazione e favorire l’integrazione delle persone disabili in tutta Europa

Abbattere le barriere architettoniche, migliorare il rapporto con le Istituzioni e la società civile e  favorire l’integrazione delle persone con disabilità. È questo l’obiettivo di IN4ALL, il progetto europeo presentato oggi 10 luglio 2013 presso la Sala Mario Fabiani della Provincia di Firenze.
IN4ALL è un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea i cui partner sono l’Italia, la Grecia, la Romania, la Turchia e la Lituania. È il follow-up di un precedente progetto GRUNDTVIG – life learning programme, anch’esso cofinanziato dalla Commissione, che ha l’obiettivo di verificare i bisogni dei consumatori con disabilità fisiche e mettere in evidenza i principali problemi e ostacoli che le persone disabili devono affrontare nel campo dell’apprendimento informale e non formale.
Dai risultati ottenuti dal primo progetto, si evidenzia come le persone disabili abbiano la necessità di essere maggiormente coinvolte nelle decisioni di governo attraverso le loro associazioni ma anche, e soprattutto,  di un maggiore coordinamento tra le associazioni di categoria presenti sul territorio nazionale, obiettivo ultimo  affidato al progetto IN4ALL.
Una maggiore sensibilizzazione da parte delle Istituzioni sui livelli di accessibilità all’educazione delle persone disabili e il loro livello di soddisfazione in termini di servizi offerti:  sono due degli obiettivi primari del progetto, a cui si aggiunge anche la necessità di una  informazione diffusa, rivolta in primis alle persone con disabilità, per informarle della presenza di associazioni di categoria, dei servizi e delle attività ad essi dedicate e poi alle famiglie, fulcro primario dell’integrazione.
Creare poi una rete di dialogo e di interscambio di informazioni sulle varie problematiche relative alla disabilità presenti nei vari  Paesi partner del progetto al fine di vagliare nuove proposte e soluzioni, oltre che migliorare la cooperazione tra le associazioni di educazione formale/informale e le associazioni di disabili sia a livello nazionale che Europeo.
“Occorre superare ogni tipo di discriminazione e rafforzare l’integrazione delle persone con disabilità ad ogni livello, dice Grazia Simone, Segretario Generale Adiconsum Toscana. Il progetto IN4ALL è stato pensato proprio per verificare a livello europeo i bisogni dei consumatori con disabilità al fine di sensibilizzare le Istituzioni e la società civile e favorire l’integrazione. Anche nella nostra regione è necessario porre maggiore attenzione ai bisogni dei consumatori diversamente abili e l’iniziativa di oggi ha l’obiettivo di cercare di dare una risposta ai circa 200.000 consumatori disabili presenti in Toscana.”

Adiconsum, da sempre vicina anche alle problematiche dei consumatori con disabilità si è recentemente impegnata per la Giornata Europea del passeggero per la tutela dei diritti delle persone con disabilità e a mobilità ridotta nel trasporto aereo.

Mariantonietta Rasulo