06 settembre 2022
INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO DI FIRENZE – LUGLIO 2022
Presentati al tavolo dell’Ufficio Comunale di Statistica di Firenze, al quale Adiconsum partecipa, i risultati del calcolo dell'inflazione a Firenze per il mese di Luglio 2022  secondo gli indici per l'intera collettività nazionale.

La variazione mensile è +0,6% mentre a giugno era +1,4%. La variazione annuale è +8,6% mentre a giugno era +8,3%.

Di rilievo l’aumento nel trasporto aereo passeggeri (+25,3% rispetto a giugno 2022 e +109,2% rispetto a luglio 2021), le automobili (+1,0% rispetto a giugno 2022, +5,7% in un anno) e i carburanti e lubrificanti per mezzi di trasporto privati (+0,6% su base mensile, +26,1% su base annuale). 

Secondo quanto dichiarato da alcune compagnie aeree low cost, il consumatore dovrà dire addio alle tariffe super scontate di cui ha goduto in passato. Peraltro, chi ha applicato aumenti contenuti sul costo del solo biglietto, ha riversato l’aumento sia sui bagagli in stiva, sia su quelli in cabina da riporre nelle cosiddette cappelliere.

In aumento le carni (+0,9% rispetto a giugno 2022, +7,8% rispetto a luglio 2021), latte, formaggi e uova (+2,9% su base mensile), pane e cereali (+2,5% rispetto a giugno 2022 e +11,8% su base annuale).

Questo mese la Commissione prezzi ha aperto un focus sui servizi di alloggio dove la tabella registra un aumento del +3,9% su base mensile, e +38,5% su base annuale. L’ultima annata nei servizi ricettivi a Firenze, è stata per gli operatori a dir poco fantastica con un sostanziale raddoppio dei prezzi rispetto al 2019. In occasione del Rock festival, alcuni alberghi 2 stelle hanno venduto camere a 500 euro, con punte di 1.000 euro/notte per diversi 4 stelle. Il trend in aumento è dovuto anche alla destinazione congressuale di alcune strutture, con arrivi che si attestano sui 2/3.000 partecipanti per ogni congresso.

Come riportato da tutti i media, il settore ricettivo e ristorazione soffre della mancanza di personale al punto che alcuni alberghi 5 stelle sono costretti a chiudere alcune camere per poter continuare a mantenere  lo standard dei servizi assicurati alla clientela.

Continua la nota dolens dell’energia elettrica (+1,2% su base mensile, +92,2% su base annuale). In diminuzione il gas (-2,2% rispetto a giugno 2022, sebbene +41,6% rispetto a luglio 2021).


condividi su facebook