11 settembre 2020
misure anti_covid per l'apertura delle scuole
IL PRESIDENTE ADICONSUM TOSCANA GRAZIA SIMONE: “D’ACCORDO SULLE MISURE INTRAPRESE A TUTELA DI ALUNNI E INSEGNANTI MA SENZA GRAVARE SULLE FAMIGLIE”

Le disposizioni scolastiche adottate per arginare la diffusione del Coronavirus nelle scuole stanno facendo molto discutere. Tutelare la salute di alunni ed insegnanti è ovviamente prioritario ma non dimentichiamo che i genitori, oltre a seguire il percorso scolastico dei propri figli, hanno un lavoro che devono necessariamente salvaguardare per il benessere dell’intera famiglia. Così, il rientro a scuola si prospetta piuttosto complicato: durante i consigli d’istituto sono emerse alcune prescrizioni che hanno fatto infuriare i genitori e soprattutto le mamme degli alunni toscani che già da lunedì 14 settembre dovrebbero ritrovarsi sui banchi di scuola. Copertine su quaderni e libri scolastici, scannerizzazione dei compiti, giubbotti negli zaini e l’utilizzo di un grembiule al giorno, sono soltanto alcune delle disposizioni di cui si è parlato durante le riunioni scolastiche previste per il rientro a scuola. “Troppe complicazioni a scapito dei genitori”, dichiara il Presidente Adiconsum Toscana Grazia Simone “siamo perfettamente d’accordo sulla necessità di intraprendere precauzione per la salute di alunni ed insegnanti ma non dimentichiamoci che tutto ciò non deve gravare sulle spalle dei genitori che oltre ad avere un compito molto difficile, quello di seguire il figlio nei vari percorsi di vita, devono anche lavorare per permettere alla propria famiglia di vivere dignitosamente. Non esageriamo, cerchiamo di salvaguardare anche la vita dei genitori che tra lavoro e famiglia, a causa del Covid-19, stanno vivendo periodi di particolare stress” conclude Grazia Simone.

Un punto di vista importante che fa riflettere docenti e dirigenti scolastici.

Intanto, Adiconsum Toscana si augura che il ritorno nelle aule sia per alunni, insegnanti e genitori, un ritorno alla “quasi normalità” senza troppe complicazioni.

condividi su facebook