18 giugno 2020
DENTIX ITALIA
ADICONSUM TOSCANA: “IL TESTO UNICO BANCARIO, PER CIO' CHE RIGUARDA I FINANZIAMENTI FINALIZZATI, E’ DALLA NOSTRA PARTE, TUTELEREMO I CONSUMATORI”.



In queste ore gli sportelli territoriali Adiconsum Toscana stanno ricevendo numerose telefonate da alcuni cittadini che sono rimasti coinvolti nella vicenda della catena odontoiatrica Dentix Italia. La società è presente su tutto il territorio toscano con cinque ambulatori situati a Empoli, Lucca, Prato, Viareggio e Massa Carrara, fa capo a Dentix Spagna ed ha, complessivamente, 57 ambulatori circoscritti in 12 Regioni. Dentix Spagna ha fatto richiesta di istanza pre-fallimentare in tribunale in quanto con l’avanzare dell’emergenza coronavirus, la clinica è stata costretta a chiudere le proprie sedi.

Smentite, invece, al momento, le notizie sull'eventuale ricorso fallimentare presentato da Dentix Italia s.r.l., anche se i centri risultano attualmente chiusi in Toscana e in tutta Italia.
I clienti che si sono rivolti alla società odontoiatrica stanno cercando in tutti i modi di contattare le sedi di riferimento, ma in pochi sono riusciti a parlare con gli operatori del numero verde ottenendo risposte molto vaghe. Molti hanno inviato delle mail, ritornate poi al mittente.

I cittadini sono molto preoccupati, in quanto, al momento dell'accettazione dei preventivi, venivano indotti a stipulare un finanziamento finalizzato per le cure odontoiatriche necessarie. In tal modo, Dentix incassava subito l’intero importo della parcella, mentre il consumatore si faceva carico di tutti gli interessi verso la finanziaria. Le cure proseguivano molto lentamente, fino a quando i clienti sono venuti a sapere della chiusura della cliniche.

In ogni caso,, l'art. 125-quinquies del Testo Unico Bancario consente al consumatore di risolvere il contratto di finanziamento finalizzato, qualora il fornitore della prestazione risulti inadempiente dopo la messa in mora, con obbligo di restituzione delle rate già pagate.
Adiconsum Toscana e le sedi territoriali sono a disposizione dei cittadini coinvolti per informazioni ed assistenza sulle modalità da attivare, sia per la tutela giuridica, che sanitaria.

condividi su facebook