01 giugno 2020
PIANO “RINASCE FIRENZE”: I POSSIBILI SCENARI DI UNA FIRENZE INTELLIGENTE
Mercoledì 27 maggio, presentato il piano “Rinasce Firenze” al Salone del Cinquecento di Palazzo Vecchio.



Dopo il periodo di lockdown dovuto all'emergenza sanitaria da Covid-19, il sindaco Dario Nardella con l'aiuto della giunta comunale, dei rappresentanti delle principali istituzioni cittadine e di un gruppo di esperti, mette in atto una strategia del post-pandemia che raccoglie nuove idee e proposte per lo sviluppo della comunità fiorentina.

Tanti gli scenari presentati durante l'incontro.

Tra le idee, l'eliminazione delle automobili dal centro per dare spazio alle aree pedonali e creare una nuova fermata della linea tranviaria Fortezza – Libertà – San Marco all'altezza di palazzo Medici Riccardi con capolinea in Via Cavour senza alcun passaggio diretto vicino al Duomo.

Per la mobilità nel centro cittadino, il sindaco ha annunciato di voler rafforzare i sistemi di trasporto e mobilità per un collegamento più efficiente tra i vari quartieri della città, nuovi parcheggi ed il divieto di accesso ai bus turistici all'interno del centro storico.

Il piano, inoltre, prevede di aumentare la frequenza delle corse sia degli autobus che della tranvia. In particolare per gli autobus, l'attivazione di corse bis, accodando due bus sulla stessa traccia oraria.

Il documento Rinasce Firenze si basa su 9 aree tematiche:
• Città policentrica;
• Un Centro storico nuovo;
• Vivere gli spazi urbani;
• Mobilità green;
• Sviluppo dell'economia cittadina;
• Cultura diffusa;
• Bambini e famiglie al centro;
• Cura della persona: Welfare, Casa, Lavoro;
• Una città sempre più intelligente.

Affinché i cittadini possano contribuire all'ampliamento del documento con nuove idee e proposte, è stato creato un apposito format https://www.comune.fi.it/rinascefirenze (nel link è possibile scaricare l'intero documento “Rinasce Firenze”).

“Con l'avanzare della crisi sanitaria sono emersi nuovi bisogni per i cittadini, Firenze è una città in continua crescita che merita attenzione ed il contributo da parte di tutti, non solo delle istituzioni. E' per questo motivo che accogliamo con favore il piano avanzato dal sindaco e ci auguriamo che i cittadini prendano parte al progetto con entusiasmo, buona volontà e serietà. Se saremo in grado di uscire dall'attuale crisi con proposte costruttive che siano in grado di soddisfare le reali esigenze dei cittadini, realizzeremo una città ancora più vivibile e migliore” conclude il Presidente Adiconsum Firenze Avv. Cinzia Matacchiera.

condividi su facebook