31 gennaio 2020
CONTRIBUTO DI BONIFICA
ADICONSUM TOSCANA RICEVE SEGNALAZIONI SU AVVISI SCADUTI E/O MAI RECAPITATI.

In questi giorni i cittadini che rientrano nel comprensorio delle province di Firenze, Prato e Pistoia stanno ricevendo presso le loro abitazioni le richieste di pagamento del Consorzio di bonifica 3 Medio Valdarno ed in tanti hanno contattato Adiconsum Toscana per chiedere se sia necessario pagarlo o meno.
I motivi del quesito posto all'Associazione riguardano due problematiche: bollettini recapitati già scaduti ed abitazioni che quest'anno ricevono l'avviso per la prima volta senza poter rateizzare le somme previste annualmente. Il consorzio ammette l'errore burocratico dichiarando che la scadenza è indicativa e per porre rimedio proroga per un altro mese la data di scadenza fissata al 27 febbraio mentre a coloro i quali non pagheranno la bolletta entro quest'ultimo termine, verrà inviata la cartella esattoriale con la possibilità di pagare il bollettino con una mora pari a 6 euro. Un altro problema emerso per i cittadini riguarda il mancato ricevimento del contributo negli anni precedenti (il contributo si paga da 4 anni nelle province sopra citate) e la richiesta di pagamento unica comprensiva degli anni non pagati, giunta in un'unica soluzione e senza la possibilità di rateizzazione.
Il consorzio si giustifica affermando che la rateizzazione non può essere rivendicata poiché si tratta di una cifra piuttosto “accessibile”, anche se i cittadini non sono pienamente d'accordo.

La richiesta del pagamento del contributo è giustificata dalla necessità di provvedere alla sicurezza idraulica dei fiumi, e quindi per la tutela del territorio.

Per eventuali segnalazioni potete rivolgervi alle sedi Adiconsum Toscana di riferimento.

 

condividi su facebook