23 dicembre 2019
COME EVITARE LE TRUFFE DEI SALDI INVERNALI 2020?
ADICONSUM TOSCANA RISPONDE...

Con l'avvicinarsi del Natale si inizia a parlare di saldi invernali.
Nonostante qualche negozio stia già vendendo merce in sconto, la Toscana e le altre regioni italiane si stanno organizzando per affrontare i saldi.

Di seguito le date di inizio e fine dei saldi invernali 2020 in tutte le regioni italiane:
ABRUZZO: 4 gennaio - 4 marzo
BASILICATA: 5 gennaio - 1 marzo
CALABRIA: 4 gennaio - 3 marzo
CAMPANIA: 4 gennaio - 3 marzo
EMILIA ROMAGNA: 5 gennaio - 5 marzo
FRIULI VENEZIA GIULIA: 4 gennaio - 31 marzo
LAZIO: 4 gennaio - 15 febbraio
LIGURIA: 4 gennaio - 17 febbraio
LOMBARDIA: 5 gennaio - 5 marzo
MARCHE: 4 gennaio - 1 marzo
MOLISE: 5 gennaio - 5 marzo
PIEMONTE: 4 gennaio - 29 febbraio
PUGLIA: 5 gennaio - 28 febbraio
SARDEGNA: 4 gennaio - 4 marzo
SICILIA: 2 gennaio - 15 marzo
TOSCANA: 4 gennaio - 4 marzo
UMBRIA: 5 gennaio - 5 marzo
VALLE D'AOSTA: 5 gennaio - 31 marzo
VENETO: 4 gennaio - 28 febbraio
TRENTINO ALTO ADIGE: 4 gennaio - 15 febbraio (alcuni comuni fino al 14 marzo)

Come sappiamo, i maxi sconti possono nascondere fregature ed essere preparati all'eventualità è per Adiconsum Toscana una condizione indispensabile per affrontare lo shopping con serenità.

Per prima cosa, conservate lo scontrino. Se la merce che acquistate è difettosa, il commerciante è obbligato a sostituirla e qualora non ci fosse lo stesso capo potete chiedere la restituzione dei soldi. Potete riportare in negozio la merce difettosa entro due mesi;
Sconti superiori al 50% possono nascondere merce non nuova, viene aumentato il vecchio prezzo e di conseguenza anche la percentuale di sconto;
Non acquistate per il semplice gusto di fare shopping ad un prezzo ridotto, verificate ciò di cui avete bisogno e diffidate dai falsi marchi;
Ricordate che acquistare un prodotto di buona qualità è molto importante. Non comprate merce contraffatta, mette in pericolo la vostra salute ed alimenta il mercato nero;
Sui cartellini dei capi ci deve essere sempre scritto sia il prezzo originale che la percentuale di sconto;
La prova dei capi è a discrezione del commerciante, non c'è alcun obbligo;
Se un commerciante espone sulla vetrina del proprio negozio l'adesivo del bancomat o della carta di credito, è obbligato a concedere il pagamento in tali modalità.

Infine, se vi accorgete di essere stati truffati rivolgetevi alle sedi territoriali Adiconsum Toscana.

Fate shopping consapevole, i vostri diritti valgono!


 

condividi su facebook