23 ottobre 2018
RACCOLTA DIFFERENZIATA IN TOSCANA: NEL 2017 SALE AL 53,9%
Secondo i dati del 2017 pubblicati dalla Regione Toscana sulla certificazione delle raccolte, rispetto al 2016 c’è stato un incremento della raccolta differenziata del 2,9%.

Nel 2017 i rifiuti urbani nel territorio toscano sono stati pari a 2,24 milioni di tonnellate. Si parla di un dato pro-capite di 600 kg per abitante rispetto ai 617 kg dell’anno precedente.
I tre ambiti toscani non hanno superato il 65% di raccolta differenziata previsto dalla norma nazionale per il 2012. La Regione Toscana certifica che l’obbiettivo del 65% è stato raggiunto soltanto da 87 comuni.
Di fatti, l’efficienza migliore per la differenziata viene registrata dall’ATO Toscana Centro (Città metropolitana di Firenze e province di Pistoia e Prato) e dall’ATO Toscana Costa (province di Livorno – esclusi i comuni livornesi della Val di Cornia, Lucca, Pisa e Massa) entrambi con il 58,7%. Per l’ATO Toscana Sud (province di Arezzo, Grosseto, Siena e comuni livornesi della Val di Cornia), invece, la percentuale scende al 39,4%, un risultato negativo che non si avvicina neanche lontanamente al 65% previsto.
L’Assessore regionale all’ambiente e alla difesa del suolo Federica Fratoni, ci tiene a precisare che la strada intrapresa è quella giusta e che le risorse che la Regione ha messo a disposizione, pari a 30 milioni di euro, serviranno al raggiungimento della soglia del 70% di raccolta differenziata nel 2020.
Adiconsum ricorda che i vantaggi che la raccolta differenziata offre ai cittadini sono molteplici: si parla di benefici ambientali, benefici economici, uso efficiente delle risorse ed infine, non di minore importanza, di benefici per la salute.
Differenziare vuol dire riciclare, cioè trasformare i rifiuti in nuovi materiali diversi da quelli iniziali, l'impatto ambientale viene ridotto con la diminuzione delle emissioni di gas a effetto serra, la nostra salute viene maggiormente tutelata e qualora viene realizzata una corretta raccolta, la tassa sulla spazzatura è inferiore nei comuni di riferimento.
La bolletta è troppo alta oppure avete bisogno di rateizzare i vostri consumi?
Adiconsum si impegna quotidianamente nel garantire assistenza ai cittadini in materia di consumo. Contattate le sedi territoriali e sarete aiutati dai nostri esperti nel risolvere ogni problematica.

condividi su facebook