12 settembre 2018
RYANAIR: DAL 1° NOVEMBRE NUOVE NORME PER IL TRASPORTO DEI BAGAGLI
Ci risiamo. Ryanair annuncia una nuova politica sulle tariffe da applicare per i voli prenotati dal 1° settembre

Coloro i quali sono sprovvisti di imbarco prioritario avranno la possibilità di portare a bordo soltanto un bagaglio di piccole dimensioni, precisamente 40x20x25cm.

Per quanto riguarda il bagaglio a mano, andrà consegnato al banco della consegna bagagli pagando un importo sulla base dei tempi della richiesta e secondo determinate modalità.

La nuova direttiva interesserebbe tutti i voli che sono stati prenotati dal 1° settembre ma nella sezione “domande frequenti” è presente una dicitura che mette in dubbio la reale data di avvio: ”Clienti che non hanno acquistato l’Imbarco Prioritario che hanno prenotato un volo prima del 1° settembre (per viaggi dopo il 1°novembre) possono aggiungere l’Imbarco Prioritario al costo di €8* o un bagaglio registrato da 10kg al costo di €10* oppure possono cancellare la loro prenotazione ottenendo un rimborso completo. *(prezzo per aggiunta dopo la prenotazione)”.

A questo punto risulta evidente che la nuova policy riguarda anche le prenotazioni effettuate prima del 1° settembre poiché i passeggeri che hanno comprato un volo antecedente il 1°settembre con partenza dal 1° novembre, stanno ricevendo delle email da parte del vettore della compagnia in cui viene richiesto sia il supplemento di pagamento per i bagagli sia l’annullamento completo del volo prenotato.

Adiconsum Toscana esprime un parere critico nei confronti della compagnia poiché il consumatore non deve essere messo alle strette dalla compagnia senza essere informato anticipatamente nelle condizioni contrattuali. Inoltre, inserire tale dicitura tra le FAQ non è rispettoso nei confronti dei consumatori che dovrebbero essere avvisati con metodi più leali.

I passeggeri che hanno ricevuto l’email di notifica dal vettore della Ryanair e che hanno prenotato un volo prima del 1°settembre possono rivolgersi presso le nostre sedi territoriali e far valere i propri diritti.

condividi su facebook