06 settembre 2018
detrazione libri scolastici
LE DETRAZIONI DEI LIBRI SCOLASTICI PER FORMARE LE MENTI DELLA NUOVA GENERAZIONE

La possibilità di detrarre i libri scolastici è la proposta che Adiconsum, Ali-Confcommercio e Federcartolai stanno portando avanti con grande convinzione. Ogni studente è sottoposto annualmente alle scelte che gli insegnanti effettuano sui libri da adottare. Il consiglio d’istituto ha il compito di controllare se i costi dei libri scolastici da affrontare rientrano nel tetto massimo stabilito dal Ministero. Gli editori stabiliscono i prezzi validi per tutto l'anno scolastico per poi consegnare il prospetto economico al Ministero stesso.

Per l'anno scolastico 2018/2019, Ali-Confcommercio ha previsto la spesa per uno studente delle scuole medie che si aggira intorno ad € 0,51 al giorno, mentre per un ragazzo delle scuole superiori circa € 0,64. I risultati, che si evincono da una previsione effettuata da Rinascita Informatica (azienda leader in Italia per i servizi alle librerie) al netto di vocabolari e libri di testo consigliati, mostrano quanto sia necessaria una cultura a basso costo che permetta a tutti gli studenti di ricevere i mezzi adeguati per costruire il proprio futuro.

L'Italia richiede menti in grado di accedere con facilità ai vantaggi che la cultura offre. Le famiglie si ritrovano annualmente ad affrontare costi insostenibili per i libri di testo dei figli e non concedere le detrazioni per le spese scolastiche al pari delle spese mediche, implicherebbe una sottovalutazione della crescita sociale e culturale del nostro Paese. Il Presidente Adiconsum Toscana Grazia Simone condivide che si debba incrementare la diffusione della cultura a basso costo attraverso detrazioni fiscali, asserendo che non può esistere un Paese civile e all'avanguardia se non vengono offerti ai nostri figli i mezzi necessari per effettuare il cambiamento di cui l'Italia necessita; i libri insegnano, i libri ci fanno crescere e ci portano a raggiungere risultati inaspettati e di grande qualità ed è proprio diffondendo una cultura a basso costo che si otterranno ottimi risultati.
Difficile non essere d'accordo.

Ancora una volta la cultura deve trionfare e come scriveva il religioso, filosofo e scrittore spagnolo Baltasar Graciàn “La cultura non sostenuta dal buonsenso è raddoppiata follia".

condividi su facebook