10 agosto 2018
FIRENZE: E’ GIUSTO PAGARE L’ACQUA SULLA BASE DEI COMPONENTI FAMILIARI?
IL NUOVO SISTEMA TARIFFARIO CREA DUBBI

Ebbene sì. Con l’applicazione retroattiva dal 1° gennaio 2018 le famiglie fiorentine pagheranno le bollette sulla base dei componenti familiari. A deciderlo è stata l’Autorità di regolazione per l’Energia Reti e Ambiente tramite Deliberazione n. 655.

Quali saranno i cambiamenti che incideranno sulle nostre bollette?
Senza dubbio l’uso domestico residente. Una famiglia formata da 5 componenti andrà sicuramente a pagare una cifra che sarà calcolata tenendo presente le tariffe applicate per quel numero di persone nel nucleo familiare.

In che modo verrà calcolato lo scaglione tariffario per le famiglie agevolate?
Non verrà più presa in considerazione la quantità dei metri cubi consumati bensì verranno moltiplicati i 50 litri diviso gli abitanti e divisi i giorni, moltiplicando il numero delle persone che fanno parte di quel nucleo familiare. Ovviamente si è tenuto conto di una quantità di acqua minima necessaria per poter soddisfare i bisogni primari.

Come verranno applicate le nuove tariffe che andranno poi ad adeguarsi alla normativa nazionale?
Di base viene considerato che una famiglia abbia 3 componenti familiari e per dichiarare una diversa composizione, bisognerà chiamare il Numero Verde 800 238 238 o reperire l’apposito modulo presso gli Uffici Publiacqua aperti al pubblico, oppure direttamente dal sito internet www.publiacqua.it

Attenzione, i moduli saranno reperibili soltanto nei prossimi giorni ed ancora non si è certi della data in cui potranno essere scaricati. Dopo la compilazione degli stessi, potranno essere consegnati presso gli uffici Publiacqua o inviati tramite PEC agli indirizzi protocollo@cert.publiacqua.it e commerciale@cert.publiacqua.it .

Adiconsum Toscana ritiene che applicare tale sistema per le fatturazioni familiari possa creare alcuni problemi. Sarebbe ingiusto se le famiglie con molti componenti e magari con bambini, si ritrovassero a pagare ancora di più e non di meno avendo più persone a carico. Intanto, il Segretario Generale Adiconsum Toscana Grazia Simone chiede maggiore chiarezza sui nuovi scaglioni delle tariffe. Ancora una volta ci si augura che i provvedimenti presi non siano un tentativo di gravare sulle famiglie che avendo più figli, dovrebbero ricevere maggiori aiuti anziché pagare di più.

condividi su facebook