12 luglio 2018
DIAMANTI
ADICONSUM E LE ALTRE ASSOCIAZIONI DEI CONSUMATORI INCONTRANO LA DELEGAZIONE DI BANCO BPM PER DEFINIRE LE POSIZIONI DEI CLIENTI COINVOLTI

Nell’ottobre scorso, l’Antitrust multa le due società che avevano venduto i diamanti e le quattro banche che a loro volta avevano rivenduto le pietre preziose ai propri clienti a prezzi gonfiati, non avvertendoli che gli investimenti non erano sicuri. Le banche coinvolte sono Intesa San Paolo, Unicredit, Monte dei Paschi di Siena e Banco BPM, mentre le due società che in primis hanno venduto i diamanti sono rispettivamente IDB e DPI. A subire la sanzione dall’Antitrus, successivamente, anche la Diamond Love Bond.

A distanza di mesi ancora nessuna soluzione è stata trovata per risarcire i clienti delle banche.

Le Associazioni dei consumatori hanno ricevuto moltissime lamentele da parte dei risparmiatori, i quali hanno chiesto un reale supporto per non perdere i capitali.

Attualmente, Adiconsum e le altre associazioni dei consumatori, d’accordo con la delegazione del Banco BPM, hanno individuato delle date per incontri finalizzati alla definizione delle posizioni dei rappresentati.

Adiconsum chiederà un costante dialogo con le quattro banche e coloro che necessitano di assistenza, possono rivolgersi a tutti gli sportelli territoriali per aprire una procedura volta al recupero delle somme investite.

condividi su facebook