Associazione Niccotestini: la cultura del primo soccorso.

Adiconsum sostiene  l'associazione perchè rappresenta l'esempio di generosità di  una madre  che pur  colpita  da un dolore indicibile dedica la sua vita a salvare altre vite.

Cliccate qui per accedere al gruppo di Facebook


PARTECIPARE CON TUTTO IL CUORE VALE LA PENA!

 
Dal sito dell'associazione www.niccotestini.org:

"La nostra Associazione nasce, purtroppo, dalla perdita di nostro figlio..
Niccolò Testini aveva 19 anni, era un ragazzo come tanti, frequentava Scienze Politiche, era innamorato di Elena e  aveva una gran quantità di amici..
Dall’autopsia è emerso che era affetto da una cardiomiopatia genetica.
Queste cardiomiopatie non sono facilmente diagnosticabili e troppo spesso lo si può fare quando è troppo tardi..
Ci stanno ancora studiando, la genetica è una scienza  molto complicata ..
La sera del 22 dicembre 2009 Nicco era stato a cena con i suoi amici e dopo sono andati ad una festa ma.. appena arrivato il suo cuore si è fermato,  pare che i soccorsi siano arrivati dopo una decina di minuti.. neppure tanti se fosse stato un malore diverso.. ma troppi per riuscire a far ripartire il suo cuore..
Se in quella sede ci fosse stato un defibrillatore e anche una sola persona addestrata ad usarlo, forse le cose sarebbero andate diversamente..
Noi non possiamo fare più nulla per Nicco, niente e nessuno potrà restituircelo.. possiamo solo cercare di fare qualcosa per qualcun altro e lo vogliamo fare col suo nome, insieme a lui.
Da qui nasce l’Associazione NICCOTESTINI, per noi è un modo di sentirlo ancora più vicino e l’idea di poter salvare anche solo una vita è la ragione per andare avanti..
Ci proponiamo di diffondere la conoscenza della Morte Improvvisa, tutti devono sapere che è un evento più sconosciuto che raro e che chiunque ne può essere colpito..
Anche per noi era un termine sconosciuto, così come lontanissime lo erano parole come “defibrillatore”, “arresto cardiaco”,  “corsi di rianimazione”..
Non vogliamo spaventare né intristire nessuno,  prendere coscienza dell’esistenza di qualcosa, la conoscenza,  sono sempre positive e possono facilitare la prevenzione.
Ci proponiamo anche e soprattutto, di riuscire a diffondere l’uso di questo strumento salvavita che è il Defibrillatore Semiautomatico Esterno (DAE)..
Vogliamo con tutte le nostre forze che qualcun altro possa essere salvato.. questo non ci ridarà Nicco, ma ci farà sentire che è valsa la pena sopravvivere e aver realizzato questo progetto insieme a lui..
."